Mi piace questo sito!

Matrimonio Iraniano

Oggi iniziamo una nuova rubrica che tratterà della cultura del matrimonio nel mondo.

In questo articolo parleremo del matrimonio iraniano, una cerimonia ricca di simbolismo e tradizione.

La preparazione al matrimonio inizia quando, poco tempo prima della cerimonia, la famiglia dello futuro sposo si reca a casa della fidanzata, portando con sé dolci e fiori. In questa fase, detta “khastegari”, i padri dei futuri sposi discutono del matrimonio. Nel caso in  cui non sia presente la figura maschile all’interno della famiglia viene chiamato lo zio più anziano. Successivamente il promesso sposo deve offrire alla compagna il “mehrie”, un regalo tradizionale che comprende sempre il corano, il nabat (cristalli di zucchero che si sciolgono nel tè) e delle monete d’oro (o denaro, utilizzato in caso di divorzio come risarcimento). Viene quindi stabilita la data del matrimonio .

Due o tre giorni prima del fidanzamento ufficiale viene celebrato l'”hanabandun”, rituale durante il quale si balla, si mangia e gli sposi si prendono le mani,  precedentemente spalmate con la henna (un tipo di colorante spesso usato anche in India). Questo gesto segna la definitiva e perenne unione dei due amanti.
Un’altra usanza, ormai però desueta, è la depilazione del viso della futura sposa, fino a questo momento mai eseguita.

Con il fidanzamento ufficiale si ha nuovamente una festa. I due promessi si scambiano gli anelli davanti ai parenti e la futura sposa porta la propria dote nella casa in cui andranno ad abitare dopo la celebrazione del matrimonio. Il fidanzamento ha durata variabile, da un paio di mesi fino ad arrivare a diversi anni.

In Iran il matrimonio si celebra davanti al mullah. Egli secondo la religione islamica è un notaio, fa parte del clero ed è il responsabile dei matrimoni e dei divorzi.

La cerimonia di matrimonio ufficiale si chiama “aghakonun”. Si svolge con gli sposi seduti di fronte ad uno specchio, con delle candele e il libro sacro islamico, il Corano. La sposa, come nella tradizione occidentale, è vestita di bianco. Durante questa fase il mullah recita per tre volte una preghiera, poi domanda una volta allo sposo se vuole prendere in moglie la sua promessa. Dopo il suo consenso la stessa cosa viene domandata per tre volte alla donna, inserendo nella domanda tutte le condizioni stabilite precedentemente durante il “khastegari”. Con l’assenso della sposa l’unione dei due è ufficiale e consacrata.

La sera stessa si continua con i festeggiamenti, si mangia e soprattutto si balla. Viene anche annunciato il giorno in cui i novelli sposi accoglieranno in casa amici e parenti per ricevere i regali.

In questo tripudio di celebrazioni, tradizione e colori un video di matrimonio si inserisce perfettamente, riuscendo a cogliere tutti i meravigliosi dettagli di una cerimonia tanto speciale e suggestiva.

Immergetevi ora in questa stupenda atmosfera: buona visione!